I corsi di Skill Hackers, brand della formazione specialistica di YellowKnife & Partners

Skill Hackers (https://learn.skillhackers.it/) è il brand della formazione dedicata alle hard skills della società di consulenza strategica internazionale YellowKnife & Partners. In particolare, ha l’obiettivo di colmare lo “skill gap” rendendo l’apprendimento delle competenze tecniche accessibile a tutti ed estremamente pratico. Per trovare lavoro, infatti, la laurea non basta più.  Contano anche, e soprattutto, le conoscenze e le abilità. Non a caso molte aziende importanti attive nel settore digitale, in primis Google, considerano i corsi specifici ottenibili nell’arco di pochi mesi al pari di alcuni diplomi di laurea.

Skill Hackers: i corsi per entrare nel mondo del lavoro

Skill Hackers offre diverse Masterclass sul mondo dell’analisi dati, che spaziano da Excel a Power BI, fino al linguaggio SQL. 

I corsi di formazione trattano quindi, numerosi argomenti, quali:

● Microsoft Excel

● Microsoft Power BI

● Microsoft Power Platforms

● Robotic process automation (UI Path)

● Visual Basic for Application (VBA)

● No-code tools

● Personal Branding su LinkedIn

● Public Speaking

Excellent in Excel: il corso è breve e molto intenso, si focalizza sulla struttura dei fogli di lavoro e il database mindset.

Excel base per il turismo – EBTL: il corso è organizzato in collaborazione con EBTL (Ente Bilaterale del Turismo Laziale), un ente che rappresenta le PMI nel campo del turismo della regione Lazio. La Masterclass è da 12 ore e si concentra sulle funzioni di base con esempi di esercizi concreti del day-to-day delle aziende turistiche.

Power BI – Epicode: le masterclass (due) sono organizzate in collaborazione con Epicode, un’azienda che si occupa di formazione specializzata in corsi di Web Development. I corsi, entrambi da 120 ore, sono volti a preparare gli studenti per la certificazione Microsoft Power BI DA-100. Uno dei due corsi inoltre, è stato pensato per gli studenti senza alcuna competenza tecnica, a differenza dell’altro destinato invece, a full stack Developers già formati.

Excel VBA – MBS Consulting: il corso è organizzato in collaborazione con MBS, una società di Management Consulting.

Il corso è da 12 ore e si pone l’obiettivo di insegnare il linguaggio di programmazione VBA al fine di risolvere solo i problemi specifici di MBS.

Skill Hackers: il team

La squadra di Skill Hackers è formata da specialisti in vari settori, come Giorgio Basaglia, Alex Lanaro e Beatrice Mula.

Giorgio Basaglia è Senior Partner di Yellowknife & Partners (https://www.ykpartners.com/) , società di consulenza internazionale di strategie,  management e operations con 34 anni di esperienza, oltre 2500 progetti sviluppati in 106 Paesi del mondo. Alex Lanaro, Founder e Chief Coach di Skill Hackers è uno dei responsabili di questo progetto di formazione nato con l’obiettivo di rendere accessibili a tutti le cosiddette “Hard Skills”, la cassetta degli attrezzi delle competenze tangibili. Beatrice Mula è Junior digital marketing specialist, nonché Head of Operations di Skill Hackers, la piattaforma di corsi online pratici per imparare le hard skills utili per il futuro. Di recente Giorgio Basaglia e Alex Lanaro hanno condotto il workshop dal titolo “Hacking Project Management: theory and tools” presso JEIOM 2021, incontro nazionale delle Junior Enterprises a Verona.

Link utili:

https://www.linkedin.com/company/skill-hackers/

https://www.facebook.com/Yellowknifepartners/

Cos’è la carta di soggiorno per stranieri

L’Avvocato Pitorri, a detta di molti avvocati, il miglior  avvocato a Roma esperto di immigrazione, ci dirà attraverso questo articolo come gestire al meglio la carte di soggiorno per gli stranieri e i documenti per gli stranieri.

Nonostante siano usati spesso come sinonimi erroneamente, vi sono sostanziali differenze tra il permesso di soggiorno di lungo periodo e la carta di soggiorno: il primo, infatti, consiste nel permesso che viene rilasciato allo straniero che è in possesso da almeno cinque anni di un permesso di soggiorno valido, che dimostra la disponibilità di un reddito minimo e di un alloggio idoneo; la carta di soggiorno, invece, ha assunto un significato diverso dal 1° aprile 2007, quando è entrato in vigore anche il permesso di soggiorno di lungo periodo prima citato: a partire da questa data, con la carta di soggiorno si va a definire il titolo di soggiorno conferito agli stranieri familiari di cittadini comunitari e italiani residenti sul territorio italiano e che possiedono i requisiti determinati dal Decreto Legislativo n.30 art.10 del 6 febbraio 2007: vediamo insieme quali sono. 

Requisiti per la richiesta della carta di soggiorno per stranieri

La Carta di soggiorno, dice l’Avvocato Iacopo Pitorri di Roma, per stranieri può essere richiesta (secondo l’art. 9 del Decreto Legislativo n.286/98 e succ. mod. artt. 16 e 17 del D.P.R. n. 394/99 e succ. mod.) dagli stranieri regolarmente soggiornanti in Italia da almeno 6 anni e titolari di un permesso di soggiorno che consente un numero illimitato di rinnovi, ovvero quelli per motivi di famiglia, di lavoro subordinato a tempo indeterminato, di lavoro autonomo, di asilo politico, di residenza elettiva, motivi religiosi e status di apolidia). Si tratta di un documento di durata indeterminata e che, per i primi 5 anni dal suo rilascio, costituisce anche un documento di identificazione personale; al termine dei primi 5 anni, il rinnovo può essere richiesto dall’interessato, corredato da nuove fotografie.

Dichiarazione del reddito minimo e motivi di esclusione dal rilascio

Oltre ai requisiti di cui sopra, è necessaria la dichiarazione di un reddito minimo per i singoli stranieri privi di familiari a carico in Italia, il cui importo annuo minimo deve essere pari all’assegno sociale; altrimenti, nel caso in cui la carta di Soggiorno venga richiesta anche dal coniuge e i figli minori conviventi dello straniero, deve essere dimostrato un reddito minimo che sia sufficiente per il sostentamento proprio e dei familiari (secondo le tabelle riportati sul portale dell’immigrazione). La carta di soggiorno, infine, non viene rilasciata a chi non rispetta i requisiti di cui sopra o a chi è soggetto a giudizio per uno dei delitti elencati agli artt. 380 e 381 c.p.p., per gli stessi motivi, essa può essere revocata.

Agostino Iacovo al top della comunicazione outdoor

Abbiamo fatto la conoscenza di Agostino Iacovo, imprenditore italiano alla guida delle aziende di concessione di spazi pubblicitari outdoor Publidei e Genesis Group. In occasione di un recente evento di inizio anno, l’imprenditore ha confermato la realizzazione dei pronostici dell’anno precedente.

Agostino Iacovo è un imprenditore italiano, amministratore di Publidei s.r.l. (http://www.publidei.com/) e presidente del complesso aziendale del gruppo Genesis Group (https://www.genesis-group.it/). Entrambe le aziende offrono servizi alla concessione di spazi pubblicitari outdoor e all’organizzazione di eventi: Publidei, con sede a Rende, opera principalmente sul territorio regionale gestendo l’80% del parco impianti pubblicitari in Calabria, mentre Genesis Group, con sede a Milano, opera su scala nazionale e si occupa di grandi impianti pubblicitari e cartellonistica con annessa organizzazione dell’advertising. Grazie all’esperienza del suo staff ed ai brillanti risultati ottenuti, Genesis Group assiste importanti clienti come Mercedes-Benz e Reneé Blanche (https://www.reneeblanche.it/); di quest’ultima, in particolare, ne rappresenta il marketing in Italia e all’estero, gestendo anche le pubblicità sulle reti Rai e Mediaset.

Le mie aziende sono altamente specializzate nella comunicazione outdoor ed offrono soluzioni che vanno dai grandi formati ai mobili – ha dichiarato Agostino Iacovo in una intervista recentemente pubblicata sul web. “Le linee di prodotto del parco impianti delle mie aziende sono specifiche per la comunicazione d’impatto ed emozionale e rappresentano al meglio le esigenze pubblicitarie degli inserzionisti”. Di Agostino Iacovo abbiamo letto una serie di articoli, pubblicati presso blog e riviste di settore, riguardanti i temi della comunicazione per grandi imprese e della pubblicità a trecentosessanta gradi. Abbiamo fatto la conoscenza di un professionista appassionato, poliedrico e grande conoscitore del mercato in cui opera con umiltà e dedizione. “Sono fatto così, le mie origini provengono da una famiglia umile e ho costruito le mie aziende partendo da zero, acquisendo esperienze prima come impiegato e poi come imprenditore”, conclude Agostino Iacovo.

A proposito dell’evento Genesis Group con Agostino Iacovo

L’8 gennaio 2022 presso la Tenuta Contessa di Montalto Uffugo in provincia di Cosenza si è tenuto l’annuale evento di Genesis Group srl, durante il quale si è fatta una panoramica dei traguardi raggiunti e celebrate le motivazioni di tutto il gruppo di lavoro. In particolare, sono state premiate le migliori performance del reparto commerciale che, attraverso le strategie di vendita di prodotti e servizi, ha reso possibile la realizzazione dei pronostici dell’anno precedente, con la collaborazione della professionalità e della tenacia di tutto lo staff. Agostino Iacovo, nel ruolo di presidente del complesso aziendale, ha affidato la preparazione dell’evento a validi presentatori e superlative regie presso una location sempre nuova in un’atmosfera spettacolare e magica ogni anno. Resta lui il vero protagonista dell’evento, l’attore principale, il motore incontrastato dell’unione. “Ho sempre sostenuto con fermezza i vantaggi del gioco di squadra – ha affermato Agostino Iacovoin azienda sono apprezzato per la saggezza e per la capacità di sistemare ogni azione in funzione del raggiungimento di tutte le prerogative aziendali. E’ molto importante trasmettere al mio gruppo la passione per il lavoro, vero valore aggiunto che genera la differenza”. Per saperne di più: potete contattare Genesis Group attraverso i riferimenti che trovate in questa pagina web.

Altre foto dall’evento Genesis Group Gennaio 2022 con Agostino Iacovo:

 

Ecco come capire se l’SMS ricevuto è una truffa

Bisogna sempre fare attenzione a cosa si clicca, quando si riceve della posta con dei contenuti dubbi o strani. Questa precauzione però è stata con il tempo dimenticata, soprattutto se pensiamo che il mondo ormai s’è spostato dai computer ai cellulari per trattare la maggior parte delle comunicazioni. Per questo perciò, molti imbrogli al giorno d’oggi fanno parte più dell’immensità tecnologica degli Smartphone, sfruttando parecchie delle debolezze che sono presenti nei sistemi operativi dei cellulari. Le truffe arrivano spesso per SMS: vediamo cosa è possibile fare per evitare di finire nei guai.

  • Controllate il numero dal quale arriva il messaggio

Il numero dal quale si può ricevere un SMS può essere sia registrato sotto un nome preciso, o un normale numero con tanto di prefisso. Spesso dipende da una serie di fattori, ma se è possibile, è sempre una buona idea cercare sulla rete il numero. Se questo risulta segnalato come truffa, basta bloccarlo.

Questo significa anche che se ricevete un messaggio da “Amazon” può perfettamente darsi che non si tratterà affatto di quel business.

  • Controllate se il messaggio è composto in maniera leggibile

Ecco qualcos’altro al quale prestare attenzione: come è scritto tutto il testo. Se ad esempio il messaggio è scritto come “Ciao, Edoardo! Hai vinto una carta regalo per un Apple gratis! Ottieni ora” si noterà immediatamente che c’è qualche strafalcione preciso. Un messaggio del genere deve essere più che sospetto in questo caso.

  • Assicuratevi che l’indirizzo sia veramente quello reale

Nel messaggio sarà sempre incluso qualche indirizzo che vi porterà ad un sito che può sia infettare il vostro cellulare, che semplicemente chiedere alcune informazioni che verranno usate per rubare denaro dal vostro conto in banca (o comunque dalla carta di credito). Non fidatevi mai d’indirizzi “ridotti” (come bit.ly o simili) e leggete bene l’indirizzo. In certi casi questo sarà nascosto, anche se non è impossibile da estrarre (basta copiare il link ed incollarlo in un documento esterno). In molti casi comunque, si tratterà d’indirizzi che sembrano molto vicini a quello reale (Ad esempio, “Amaz0n”) e bisognerà perciò prestare molta attenzione.

  • Chiedetevi se avete mai partecipato a qualcosa, se avete un prodotto di questo genere, ect

Se avete ricevuto un SMS che dice che il vostro conto in banca è stato bloccato, dovete chiedervi se il messaggio ricevuto riguarda un conto che avete davvero. Ad esempio voi avete un conto in banca A, ma il messaggio è da parte della banca Y. Se il messaggio non è rilevante per voi, allora non ha molto senso tentare di ottenere un premio per un servizio che non conoscete o sbloccare un conto che non è nemmeno in vostro possesso.

  • E per togliere ogni dubbio: chiamate l’azienda reale

Alla fine dei conti è una leggera scocciatura, ma per togliere ogni dubbio basta solamente mandare un messaggio o chiamare la compagnia che viene presentata in quel messaggio. Alla conferma che non ne sanno nulla, basta bloccare il numero (e potenzialmente, segnalarlo sui siti competenti).